Le Smagliature

DEFINIZIONE

Le smagliature (atrofie dermoepidermiche a strie) sono inestetismi molto frequenti nelle donne, più raramente negli uomini, che si presentano come zone infossate, lineari, di solito numerose, con una pigmentazione particolare dal rosa al rosso (per le più recenti) al bianco perlaceo (per quelle le più vecchie). Istologicamente assomigliano a delle vere e proprie cicatrici.

CAUSE

Le smagliature sono dovute allo sfibramento del derma e dell’ epidermide, i due strati della cute, che si verifica quando il tessuto cutaneo, sottoposto ad eccessivo stiramento, non è sufficientemente elastico, a causa di fattori meccanici, come sbalzi di peso, diete drastiche, rapidi aumenti di peso, allattamento, obesità oppure ormonali, come la pubertà e la gravidanza, oppure farmacologiche, come una terapia cortisonica a forti dosaggi e prolungata, ma anche da una certa predisposizione genetica.

Si possono formare in diverse parti del corpo, dal seno, all’addome, alle cosce, alle braccia.

TERAPIA

Pur avendo compiuto, la medicina estetica, passi da gigante, questo problema ha una bassa percentuale di essere completamente eliminata.Dare un’indicazione generale è difficile in quanto ci sono diversi tipi di smagliature, differenti soggetti con altrettanti diversi tipi di tessuto cutaneo, sottocutaneo e muscolare. Pertanto bisognerebbe  analizzare vari aspetti estremamente variabili da individuo ad individuo. In linea di massima la principale differenza e quella del colorito delle smagliature cioè se rosso-violacee sono recenti, se bianche-perlacee sono di vecchia data. Su quelle recenti è più facile intervenire in quanto sono appena formate, mentre quelle bianche-perlacee sono ormai vere e proprie cicatrici su cui si può intervenire parzialmente ma eliminarle completamente non è possibile. Per le più recenti, come primo approccio è utile l’uso di creme specifiche (ad esempio:Rilastil crema smagliature) da applicare 2-3 volte al giorno, mantenendo la cute sempre molto idratata e massaggiare la zona interessata in modo da favorire la vascolarizzazione e quindi la riparazione tessutale.Inoltre sarebbe indicataattività sportiva leggera per rinforzare la sottostante muscolatura ed attenuare il danno estetico. Ulteriori trattamenti sarebbero possibili ma andrebbero individualizzati a seconda del caso: peeling con alfa-idrossi-acidi (acido mandelico 50% o glicolico 50-70%, otricloroacetico, o acido retinoico) associati o meno a biorivitalizzazione cutanea della zona interessata con acido ialuronicoe vitamina C, la dermoabrasione conmicrocristalli di alluminio, l’asportazione chirurgica diretta mediante bisturi, fino a trattamenti di microchirurgia lasercon cui si asportano sottili strati di tessuto per stimolarne la neo-cicatrizzazione e quindi la neosintesi da parte delle cellule (fibroblasti) di proteine elastiche come il collagene e l’ elastina e migliorando anche la rivascolarizzazione della zona.

TRATTAMENTI NON INVASIVI:

  • Peeling chimico: attraverso l’uso di sostanze chimiche si ottiene una naturale esfoliazione della pelle che è stimolata a rigenerarsi

  • Dermoabrasione: anche con questo metodo si riesce ad eliminare lo strato superficiale (danneggiato), della pelle usando delle sostanze leggermente abrasive

  • Biodermogenesi: si tratta di una nuova tecnica che associa il peeling ad una stimolazione della produzione di collagene attraverso un macchinario di nuovissima tecnologia

TRATTAMENTI INVASIVI:

  • Laserterapia: consente di eliminare anche le smagliature più “vecchie” attraverso l’azione del laser frazionato che provoca la necrosi (morte) delle parti di tessuto smagliato, che così vengono eliminate e al di sotto si può creare la pelle nuova.

  • Microchirurgia: si ottengono, con tecnica chirurgica, più o meno gli stessi risultati della terapia laser.

PREVENZIONE

Molto importante è anche la prevenzione, soprattutto nelle persone predisposte e nelle sedi tipiche (addome, cosce, seno, braccia), assicurando un idratazione costante della cute, evitando diete troppo drastiche e/o carenti di elementi essenziali (in particolare minerali e vitamine), il fumo, lo stress, sport troppo violenti.Farmaci, cosmetici e peeling possono essere efficaci come azione preventiva.

Questo articolo è inserito sotto I trattamenti, La così detta cellulite, Trattamenti estetici.Puoi trovare qui i commenti a questo articolo RSS 2.0 .Puoi lasciare un commento, o trackback.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.